IL “NUOVO MASCHIO”: L’IDEALE Vs IL REALE

Home 9 Blog 9 Amore e sessualità 9 IL “NUOVO MASCHIO”: L’IDEALE Vs IL REALE

È evidente, negli ultimi anni, quanto l’immagine corporea delle nuove generazioni maschili sia sempre più incline alla minuziosa cura dell’aspetto fisico.

I “nuovi maschi” curano l’immagine estetica di sé utilizzando diete iperproteiche, facendo attenzione a non abusare di grassi e carboidrati, scolpendosi quotidianamente addominali e bicipiti, curandosi all’ennesima potenza la peluria e gli innesti cutanei.
L’immagine che ne deriva è quella di un “nuovo maschio” esteticamente curato, modello di sé stesso, che attraverso l’utilizzo di social network decide di affermare la sua condizione di uomo a suon di selfie.

La paura di sentirsi meno virili

Ma, anche se la nostra società sembra essere sempre più attenta all’apparenza che alla sostanza, il nuovo maschio si scontra con stereotipi di genere che considerano l’uomo come il “sesso forte”. Tale incongruenza crea disagio, tra il più grande è la paura di sentirsi meno virili. Ovvero, si sviluppa un’ansia predominante di non essere più all’altezza del proprio ruolo di maschio e di “uomo vero”.

L’ansia è una vera nemica della sessualità, soprattutto per quella maschile; ad esempio, pensieri o situazioni ansiogene sviluppano disfunzioni erettili indirizzando precocemente la propria energia e desiderio erotico-sessuale verso il declino.
L’uomo percepisce la perdita della forza e la sua visione del corpo come mero mezzo per il sesso, ponendo fine alla sessualità.

Inoltre, ad essere portatori di conflitto e di confusione vi sono anche i disagi relazionali e le incomprensioni tra i partner.

La Sessualità nella coppia

Spesso, in un rapporto di coppia eterosessuale, la donna è sempre più pronta a richiedere pratiche erotiche specifiche per il suo piacere e benessere erotico-sessuale, richiedendo all’uomo prestazioni e attenzioni che in precedenza sembravano non esistere. L’uomo sembra essere non pronto, vulnerabile e impossibilitato a comprendere cosa sta accadendo a livello emotivo e relazionale.

Pertanto, abbiamo il dovere d’insegnare al genere maschile, colmo di stereotipi di virilità, che l’esperienza della sessualità deve essere compresa sia su un livello meccanico e fisiologico, ma anche su un livello emotivo del proprio piacere erotico e del rispetto del piacere dell’altro diverso da sé ricordando che L’orgasmo rende più stabile la coppia.

 

Dr.ssa Maria Emanuela Cimmino
Dr.ssa Maria Emanuela Cimmino

Psicologa, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale; Esperta in Schema therapy e Terapia Metacognitiva Interpersonale. Mi occupo principalmente di disturbi di personalità, di disturbi d’ansia, di disturbi dell’umore, di disturbo ossessivo compulsivo, disturbi dell’età evolutiva.