Ti guidiamo nella scelta del

professionista più adatto alle tue esigenze

come richiederlo, requisiti e tempistiche

Fissa in autonomia il tuo appuntamento

Home 9 Testimonianze 9 Ettore alle prese con un Disturbo ossessivo Compulsivo.

Ettore alle prese con un Disturbo ossessivo Compulsivo.

by

m1

La mia storia inizia quando avevo 19 anni. Ero costantemente in preda a paure irrazionali e comportamenti compulsivi legati alla contaminazione. Questi pensieri mi rendevano la vita impossibile, e a volte mi sentivo così intrappolato nella mia mente che mi sembrava di non avere via d’uscita. Nonostante la mia sfiducia, decisi di cercare aiuto professionale e intraprendere un percorso di psicoterapia. Ero affetto da un Disturbo Ossessivo Compulsivo.

Fu così che iniziai a frequentare il “Centro Flegreo” di Napoli, un centro specializzato in psicoterapia cognitivo-comportamentale. Ero pieno di paure e dubbi, ma ero determinato a trovare una soluzione ai miei problemi.

La mia psicoterapeuta, la dottoressa Mariolina Abriola è stata capace di grande empatia e professionalità. Sin dal primo incontro, mi fece sentire a mio agio e compreso. Non mi giudicava per le mie ossessioni, ma invece mi aiutava a capire le cause dei miei comportamenti e a individuare strategie per affrontarli.

Lo staff del centro era altrettanto accogliente e competente. Ogni volta che entravo nello studio, ero accolto con un sorriso e un atteggiamento gentile. Questo ambiente di supporto e comprensione mi aiutava a sentirsi meno solo nella mia battaglia contro il disturbo ossessivo-compulsivo.

Col passare del tempo, sono stato guidato attraverso diverse tecniche di psicoterapia, tra cui l’esposizione e la prevenzione della risposta. Questo metodo consisteva nel mettermi di fronte alle mie paure senza ricorrere ai comportamenti compulsivi, così da imparare a tollerare l’ansia e a ridurre l’urgenza delle compulsioni.

Non è stato un percorso facile, e ci sono stati momenti in cui ho pensato di rinunciare. Tuttavia, grazie alla pazienza, al sostegno e alla competenza del mio psicoterapeuta e dello staff del “Centro Flegreo”, sono riuscito a superare le mie compulsioni legate alla contaminazione.

Oggi, a 28 anni, posso dire con orgoglio di aver raggiunto un equilibrio nella mia vita e di aver imparato a gestire il mio disturbo ossessivo-compulsivo. Questo mi ha permesso di riprendere il controllo della mia esistenza e di godermi appieno ogni giorno.

La morale della mia storia è che non bisogna mai perdere la fiducia in se stessi e nella possibilità di migliorare. La psicoterapia funziona, ma richiede impegno, pazienza e la guida di un professionista competente ed empatico. Non abbiate paura di chiedere aiuto e di intraprendere un percorso di cambiamento: la libertà dalla sofferenza è possibile, e vale la pena di lottare per essa.